Le novità da mountbnb!

La Montagna non è soltanto l’occasione di divertimento e teatro di avventura ma anche, e soprattutto,
il punto di partenza per riflessioni che lasciano il segno nella mente e nel cuore.

GESTORE CERCASI: Rifugio Pelizzo sul Matajur

30 settembre 2021

La sezione “Monte Nero” di Cividale del Friuli del Club Alpino Italiano è alla ricerca di gestori per il Rifugio Guglielmo e Giovanni Pelizzo, struttura ubicata sulle pendici prative del Monte Matajùr (1641m). Detto anche Monte Re e Baba in dialetto sloveno locale, il Matajur è una montagna delle Prealpi Giulie, situata nella parte orientale del Friuli che, nonostante la limitata altezza, risulta facilmente individuabile dalla pianura friulana per la sua caratteristica forma conica. Rappresenta il rilievo più rappresentativo ed il simbolo delle Valli del Natisone.

Nel corso dell’estate è stato pubblicato dalla sezione CAI, proprietaria della struttura, un “invito a offrire” per l’affidamento della gestione a mezzo contratto di affitto di ramo d’azienda. É possibile inviare proposte fino al 30 settembre 2021. 
La documentazione completa é disponibile sul sito del CAI Cividale.

Il rifugio Pelizzo
Il rifugio è stato inaugurato nel luglio del 1975 e intitolato a Guglielmo Pelizzo, Sindaco della sua città e Senatore della Repubblica, deceduto l’anno precedente che per lungo tempo si adoperò per la realizzazione dell’opera che “andrà a valorizzare questo angolo del Friuli e delle ridenti Valli del Natisone…ma soprattutto sarà punto di incontro tra le genti che abitano versanti diversi delle Alpi”, come ebbe a dire all’inaugurazione l’allora presidente della sezione CAI Cividale Giovanni Pelizzo.
Il rifugio è situato a quota 1320 m ed è accessibile tramite strada carrozzabile eccetto che nella stagione invernale, a causa della neve.
Negli anni è stato più volte ampliato e migliorato. Oggi si compone di un piano terra con bar, cucina, sala da pranzo da 110 posti e servizi igienici, e di un primo piano con 24 posti letto, un locale per l’affittuario per 3 persone e servizi igienici.
Cosa si richiede all’Affittuario
L’invito della sezione CAI richiede ai potenziali affittuari di indicare una proposta di affitto (min. 15.600 € annui, IVA esclusa), una durata contrattuale (min. 4 anni) a decorrere dal 1 dicembre 2021 e di elaborare la propria proposta di gestione della struttura.
Si richiede di assicurare l’apertura del rifugio da Pasqua al 31 ottobre e dal 20 dicembre al 7 gennaio, 7 giorni su 7, e nella restante parte dell’anno almeno in 10 fine settimana.
 

Vuoi segnalarci un errore? Aiutaci a migliorarci, te ne saremo grati!

Segnalaci un errore