"Rifugio Paolina"

Altezza

2125 mt.

Tempo percorso

1:0 h

Gruppo montuoso

Catinaccio

Località

Passo Costalunga

Descrizione:

Il rifugio fu costruito nel 1954 da Sepp e Anna Pichler e dal 1978 è gestito dal figlio Hermann. Negli anni ottanta il rifugio è stato ampliato, aggiungendo una nuova sala da pranzo. Nel 2009 il rifugio è stato collegato alle rete elettrica ed alla fognatura. Nell'autunno 2011 è stata rinnovata la vecchia sala da pranzo.

La cucina del nostro rifugio offre in prima linea squisiti piatti tirolesi tipici, rigorosamente preparati con prodotti freschi.
Il tutto servito in una delle nostre due sale da pranzo o sulla bellissima terrazza panoramica.

Come arrivare:

Il Rifugio Paolina si trova ai piedi della Roda di Vael sopra la località Carezza e vicino alle stazione a monte della seggiovia Paolina. Il rifugio è raggiungibile su comodi sentieri partendo dal Passo Costalunga o dalla strada che porta al Passo Nigra.

Escursioni principali:

Per chi ama la montagna e le escursioni il Rifugio Paolina è l'ideale punto di partenza per numerosi percorsi. Infatti è il punto di partenza di belle e tranquille escursioni che offrono un panorama stupendo, ma anche di vie ferrata impegnative (Masarè) ed interessanti percorsi circolari.

Passo Vaiolon
Rifugio Paolina – Monumento Christomannos – Rifugio Roda di Vael – Passo Vaiolon – Rifugio Paolina
Difficoltà: moderata
Caratteristiche: discretamente impegnativ
Tempo di cammino: 3 a 5 ore
Lunghezza: 6,5 km
Dislivello: +/- 900
Punto più alto: Passo Voiolon 2560 m

Questo percorso circolare non troppo impegnativo parte dal Rifugio Paolina. Da qui si prosegue verso est sul ripido sentiero n. 539 che sale al Monumento Christomannos. Proseguendo in leggera discesa sul sentiero n. 549 si arriva al Rifugio Roda di Vael. Da qui si prosegue in direzione nord sul sentiero n. 541 raggiungendo la deviazione per il Passo Vaiolon e percorrendo il ripido sentiero n. 551 si arriva al punto più alto dell'escursione, il Passo Vaiolon. Scendendo sull'altro versante su sentiero ripido e scivoloso (ghiaia) si arriva al sentiero Hirzlsteig. Si prosegue per il sentiero n. 552 che verso sud porta in leggera discesa nuovamente al Rifugio Paolina.

Roda di Vael e Cresta del Masarè
Rifugio Paolina – Passo Vaiolon – Roda di Vael – Via ferrata Masarè – Rifugio Roda di Vael – Rifugio Paolina
Difficoltà: molto difficile (via ferrata!)
Caratteristiche: impegnativa
Tempo di cammino: 4 a 6 ore
Lunghezza: 6 km
Dislivello: +/- 1200 m
Punto più alto: Roda di Vael 2806 m

Questo percorso circolare parte dal Rifugio Paolina. Da qui si prosegue verso nord in leggera salita sul sentiero n. 552 fino a raggiungere la deviazione per il Passo Vaiolon. Proseguendo sul ripido sentiero n. 551 in direzione est si arriva alla partenza della Ferrata del Masarè sul Passo Vaiolon. Su questa via ben attrezzata – equipaggiamento (imbragatura, moschettoni, casco ecc.) indispensabile - si giunge in cima alla Roda di Vael. La discesa prosegue seguendo la via ferrata lungo la Cresta del Masarè e successivamente in direzione est verso il Rifugio Roda di Vael. Dal rifugio si percorre prima il sentiero n. 549 fino al Monumento Christomannos e poi il sentiero n. 539 che riporta al Rifugio Paolina

Giro del Catinaccio
Rifugio Paolina – Rifugio Roda di Vael – Passo Cigolade – Passo Coronelle – Rif. Fronza – Rif. Paolina
Difficoltà: moderata
Difficoltà: impegnativa
Tempo di cammino: 5 a 8 ore
Lunghezza: 10 km
Dislivello: +/- 1400 m
Punto più alto: Passo Coronelle 2630 m
 
Questo percorso circolare parte dal Rifugio Paolina. Da qui si prosegue verso est sul ripido sentiero n. 539 che sale al Monumento Christomannos. Proseguendo in leggera discesa sul sentiero n. 549 si arriva al Rifugio Roda di Vael. Da qui si prosegue in direzione nord sul sentiero n. 541 raggiungendo il Passo Cigolade su un percorso che diventa sempre più ripido. Successivamente si scende nella Valle del Vajolet.
Seguendo il sentiero n. 550 si arriva al punto più alto dell'escursione, il Passo Coronelle (2630 m). Superato il passo si scende su un sentiero ripido ma ben allestito verso il Rifugio Fronza (conosciuto anche come Rifugio Coronelle). Dal rifugio si prosegue verso sud sul sentiero n. 552 (il così detto Hirzlweg) raggiungendo così il punto di partenza.

Il giardino di Re Laurino
Rifugio Paolina – Rifugio Fronza – Via ferrata Santner – Rifugio Vajolet – Passo Cigolade – Rifugio Paolina
Difficoltà: molto difficile (via ferrata!)
Caratteristiche: molto impegnativa
Tempo di cammino: 8 a 12 ore
Lunghezza: 14 km
Dislivello: +/- 2000 m
Punto più alto: Passo Santner 2730 m
Questa bellissima escursione che ha come meta il regno di Re Laurino situato tra la Cima del Catinaccio e le Torri del Vajolet è adatta per tutti coloro che dispongono di una buona condizione fisica, di esperienza nel percorrere vie ferrate e sono adeguatamente equipaggiati. Questo percorso impegnativo parte dal Rifugio Paolina. Si percorre il sentiero n. 552 in direzione nord e successivamente il sentiero n. 549 per arrivare al Rifugio Fronza.
Da qui parte la Via ferrata Santner (seguire l'insegna S) che conduce al così detto giardino di Re Laurino lungo un percorso attrezzato con corde d'acciaio e scalette (equipaggiamento da via ferrata indispensabile!) ed in parte esposto e ripido. Raggiunto il Passo Santner, il punto più alto dell'escursione a quota 2730 m, si passa l'omonimo rifugio e si prosegue verso il Rifugio Re Alberto situato tra le Torri del Vajolet e il Catinaccio seguendo sempre il sentiero n. 542 che conduce al Rifugio Vajolet dopo un ripido tratto finale. Dal rifugio si segue il sentiero n. 541 in direzione sud che porta prima al Passo Cigolade e poi in discesa al Rifugio Roda di Vael. Da qui proseguire verso ovest sul sentiero n. 549 alla volta del Monumento Christomannos e in fine lungo il sentiero n. 539 che conduce al punto di partenza. Solo per alpinisti esperti e ben allenati! Attenzione ai resti di neve che specialmente ad inizio estate possono coprire le corde d'acciaio!

Rifugi Vicini

Rifugio Roda di Vael

"Rifugio Roda di Vael"

Sella del Ciampaz - Catinaccio

Altezza: 2283 mt

guarda scheda
Rifugio Fronza alle Coronelle

"Rifugio Fronza alle Coronelle"

Catinaccio - Dolomiti

Altezza: 2237 mt

guarda scheda

"Rifugio Paolina"

San Jèn d Fassa (Trento)
Telefono:

+39 0471 612008

Cellulare:

+39 3479489641

Pernottamento
e colazione

€ 32

Mezza pensione
con colazione

€ 47

Apertura:

 Aperto da giugno a ottobre e da dicembre a marzo

Posti ristoro interni/esterni:

Totale posti: 180

Camere / Posti Letto / Bagni:

5 camere 16 posti letto 1 bagno.
Per gli escursionisti ed alpinisti che voglio mettersi in cammino la mattina presto, il Rifugio Paolina offre anche la possibilità di pernottare.
I nostri ospiti possono scegliere tra due camere a due letti e tre camere a quattro letti al primo piano. I letti sono muniti di coperte, piumini e lenzuola. Un sacco lenzuolo non è strettamente necessario. Il rifugio dispone inoltre di un WC, di un locale dove lavarsi e di due docce (uso a pagamento).

Gestione / Proprietà:

 Proprietà di Hermann Pichler

 

  

Video