"Rifugio Potzmauer"

Altezza

1300 mt.

Tempo percorso

0:45 h

Gruppo montuoso

Monti della Valle di Cembra Trentino

Località

Grumes

Descrizione:

"Una camminata in mezzo al bosco muove la mente, liberando dallo stress, per lasciare posto a pensieri creativi. Vieni a scoprire questo posto con la giusta lentezza, quella sana di chi, come te, desidera camminare e non correre e preferisce il gesto di ammirare a quello di avere, riscoprendo così il giusto ritmo della vita." ...a piedi in bici o a cavallo libera la mente al Rifugio Potzmauer!

Cucina: piatti tipici trentini  della cucina montanara, degustazioni varie, dolci casalinghi.
Il Menu nasce non solo per soddisfare il frequentatore, ma anche come una corretta mediazione fra le richieste degli escursionisti e le esigenze profonde di rispetto ambientale.
Chiedete quello che il rifugio offre in quel giorno e chiedete anche da dove arriva il cibo. Scoprirete così sapori di casa e profumi dimenticati.

Spesso é possibile sentire Roberto esirbirsi con la sua fisarmonica in brani folcloristici montanari.

Relax Zone
Ammirate il panorama che vi circonda, godetevi i rumori della montagna e respirate l’aria pura. Trascorrete del tempo in piena libertà e serenità.

Tiro con l’arco (mongolo)
Il nostro rifugio ti offre la possibilità di migliorare la tua mira con l’arco tradizionale della popolazione mongola, più piccolo e maneggevole degli archi occidentali. Vieni a provarlo!

Come arrivare:

Da Grumes, S.S. 612 della Val di Cembra, al semaforo sopra l'abitato di Grumes si imbocca la strada che porta ai Masi Alti di Grumes fino al parcheggio Pradet. Di qui si percorre il sentiero o la strada forestale che porta al Rifugio, in meno di 1 ora

Dal Lago Santo (1.208 m) sentiero Europeo E5/415 fino a Zise (1.245 m), poi E5 direzione Cauria/Gfrill in ca. 2 ore. Zise è raggiungibile anche da Ponciach tramite il sentiero 415.

Da Cauria/Gfrill sentiero Europeo E5, in ca. 1.40 ore.

Da Pochi di Salorno/Buchholz sentiero n. 3, in ca 2.30 ore.

Escursioni principali:

Il rifugio è situato nelle adiacenze del Parco Naturale del Monte Corno, crocevia tra il Trentino e l'Alto Adige. E' meta e tappa intermedia del Sentiero Europeo E5 (Lago di Costanza - Venezia) e offre possibilità di escursioni estive e invernali.

- Percorsi a piedi, in mountain bike o a cavallo all'interno di un vasto carosello forestale.
- Possibilità di visita ai "Biotopi" per ammirare la fauna e la flora nelle torbiere naturali.
- Facili percorsi ai "Baiti" per chi vuole scoprire i segreti della gente montanara.
- Escursioni al Lago Santo, al Lago di Vedes e al Lago di Valda.
- Passeggiate invernali con le "ciaspole".

Escursioni in Bici
Il nostro rifugio è il punto perfetto di partenza o di arrivo della vostra gita in bike, per la sua vicinanza al Altopiano di Piné ed ad altri percorsi ciclabili di diverse difficoltà.

Rifugi Vicini

Rifugio Dosso Larici

"Rifugio Dosso Larici"

Paganella

Altezza: 1884 mt

guarda scheda
Rifugio Predaia Todes'ci

"Rifugio Predaia Todes'ci"

Altopiano della Predaia

Altezza: 1396 mt

guarda scheda

Eventi e Novità

"Rifugio Potzmauer"

Grumes (Trento)
Telefono:

+39 04611636795

Cellulare:

+39 3387033945

Pernottamento
e colazione

€ 30

Mezza pensione
con colazione

€ 50

Apertura:

 Aperto dal 20 giugno al 20 settembre. Nel periodo invernale solo i fine settimana escluso mese di novembre.

Posti ristoro interni/esterni:

35 posti sala interna
80 posti terrazza esterna con servizio Bar e Ristoro (tempo permettendo)
 

Camere / Posti Letto / Bagni:

Le camere
14 comodi posti letto in camerata con servizio doccia, WC, acqua calda, riscaldamento ecc.

Yurta
E´ possibile vivere un'esperienza unica a contatto con la natura scoprendo le bellezze della cultura mongola, pernottando nella tipica yurta (4 posti letto).

Gestione / Proprietà:

 Roberto Leonardi , Gestore del rifugio.

 

  

Sono nato a 2000 m in "Paganella" dove i miei genitori gestivano il Rifugio "Dosso Larici", Fin da piccolo ho avuto l'occasione di provare i rigidi inverni con le abbondanti nevicate di quell'epoca.
Passai diversi anni dedicandomi a corsi di roccia SAT presso il Rifugio Graffer e salendo sulle montagne più importanti del nostro territorio: Marmolada, Carè Alto, Adamello, Presanella, Cevedale, Gruppo del Brenta, Catinaccio e Monte Bianco Dopo qualche anno di prudenti scalate ed avventure alpinistiche, come nuova sfida, nel 1991 presi in gestione il Rifugio Marchetti al Monte Stivo.
Dal 1998 ho organizzato parecchie spedizioni alpinistiche in Patagonia, nello "Hielo Continental Sur" e "Parco Nazionale del Paine".
Dopo quasi vent'anni di gestione del rifugio Marchetti al Monte Stivo, ho sentito l'esigenza di nuovi stimoli e mi sono interessato ad altre opportunità, sempre in ambito montano. Ora mi ritrovo a gestire, in un contesto diverso, questo rifugio.
Sarò molto contento di poter mettere a disposizione la mia esperienza a tutti coloro che vorranno frequentare questo bellissimo posto. Sicuramente sarà una gestione semplice, attenta all'ambiente e legata ai prodotti del territorio.
 

Video