"Rifugio Forcella Vallaga"

Altezza

2481 mt.

Tempo percorso

3:0 h

Gruppo montuoso

Alpi Sarentine (BZ)

Località

Alpi Sarentine

Descrizione:

Già nel lontano 1903 la sezione dell’Alpenverein di Marburg (antica città dell’Assia) aveva programmato la costruzione di un rifugio sui monti di Valles. Ma non aveva fondi per cui decise di chiedere la collaborazione della sezione di Eigen (cittadina della Renania-Vestfalia). Nel 1910 le due sezioni, superate numerose difficoltà e raggiunto l’accordo, decisero di costruire il rifugio non già sui monti di Valles bensì sulle Alpi di Sarentino [sulla Flaggenscharte / Forcella Vallaga]. (..) Vennero instaurati regolari rapporti con la sezione di Bressanone che fu investita della responsabilità di seguire i lavori (..). Solo nel 1914, dopo ben quattro anni dal suo avvio, si poté considerare terminata l’opera. L’inaugurazione del rifugio venne programmata per il 9 agosto dello stesso anno, ma lo scoppio della guerra mondiale travolse ogni progetto. Al termine della guerra, con il trattato di St. Germain il Sudtirolo fu assegnato all’Italia, ma ancora fino al 1921 la sezione di Marburg sperò che il rifugio le fosse restituito; speranza che nei fatti si rivelò del tutto vana. (..) Nel 1923 il rifugio, che sorge a quota 2481, venne dato [dal Demanio Militare] in gestione al CAI di Bressanone. Dopo la seconda guerra mondiale esso si trovava in condizioni disastrose. L’opera di restauro e di ristrutturazione venne avviata, all’inizio degli anni sessanta, dai dirigenti della sottosezione del CAI di Fortezza, che con un coraggio e una dedizione ammirevoli, confidando quasi esclusivamente sull’aiuto dei soci, riuscirono a compiere un piccolo miracolo. Con sacrifici enormi, superando difficoltà di ogni genere, il rifugio venne rinnovato e dotato di nuovi servizi. (..) Ci piace rilevare, inoltre, che la sezione di Fortezza ha sempre intrattenuto ottimi rapporti di amicizia e collaborazione con i dirgenti della sezione dell’Alpenverein di Marburg.

Come arrivare:

Dal lago di Valdruna seguire a piedi, verso Nord, la strada sterrata che si addentra nella piccola Val Sebia, fino ad arrivare al ristoro Seebalm 1808 m. Seguire il sentiero n. 16 che sale per pascoli nella parte superiore della valle. Ad un bivio, tralasciare le indicazioni del sentiero che sale dal lago Valdurna (segnavia n.13) e proseguire verso Nord-Ovest seguendo le indicazioni per il rifugio (sempre segnavia n.16). Dal bivio in breve si arriva alla Forcella di Vallaga (2436m) e poi in breve si scende vero il lago, alla sponda del quale sorge il rifugio.

Escursioni principali:

Facile ascesa alla vetta San Giacomo
ITINERARIO
Dal parcheggio poco prima del villaggio di Valdurna-Durnholz  (1540 m) si costeggia il bel lago (con eventuale digressione alla chiesa ed alle trattorie); poi si continua diritti verso nord sulla stradina forestale e poi sentiero 16, risalendo l’intera Valletta Seebbachtal (dopo un’ora una malga sulla destra). Al di sopra del bosco il percorso diventa più erto e pietroso e porta infine alla forcella Vallaga-Flaggerscharte ed al rifugio Forcella Vallaga (2481 m, aperto d’estate); ore 2.30 – 3. Tornati alla vicina forcella, si procede verso sud aggirando l’anteposta Lorenzenspitze; poi si segue il sentiero contrassegnato su ghiaioni, sfasciumi e pietrame, salendo senza problemi fino alla vetta (2742 m); un’ora dal rifugio.
Discesa: dalla cima verso nord seguendo il segnavia attraverso un percorso pietroso (in un tratto fune metallica) in discesa fino alla forcella Vallaga-Flaggerscharte (vicino il rifugio Forcella Vallaga, 2481 m), da li seguendo sempre il segnavia 16 in discesa fino alla malga Seebalm (1808 m, posto ristoro) ed infine lungo la strada forestale ritornare al punto di partenza (dalla cima ore 2:30).

Rifugi Vicini

 Meraner Hütte

" Meraner Hütte"

Sarntaler Alpen

Altezza: 1980 mt

guarda scheda
Sterzingerhaus

"Sterzingerhaus"

Alpenhauptkamm

Altezza: 1930 mt

guarda scheda

"Rifugio Forcella Vallaga"

Varna (Bolzano)
Telefono:

-

Cellulare:

+39 3478284867

Pernottamento
e colazione

-

Mezza pensione
con colazione

-

Apertura:

 Apertura da giugno a settembre.

Posti ristoro interni/esterni:

40 posti 

Camere / Posti Letto / Bagni:

Nel nostro rifugio ci sono in totale 34 comodi posti letto, di cui 20 nelle 2 camerate e 14 nelle camere, tutte in legno. Il locale invernale può accogliere altre 5 persone.

Gestione / Proprietà:

 Provincia Autonoma di Bolzano