"Rifugio Micheluzzi"

Altezza

1850 mt.

Tempo percorso

1:0 h

Gruppo montuoso

Val di Fassa

Località

Val Duron

Descrizione:

Il rifugio completamente ristrutturato, con la sua estetica tradizionale delle baite di montagna vi farà assaporare l’ambiente famigliare e caloroso. Al suo interno, il bar dove potrete gustare un ottimo caffè. La sala e la saletta completamente rivestita in legno, per essere stupiti dalle nostre proposte e la cucina curata con amore famigliare. Dotato di 10 camere per rigenerare il corpo del più piccolo al più grande alpinista. Tutte le stanze sono dotate da accoglienti biancheria sia letto che da bagno. Degustare i nostri piatti tipici nelle nostre due terrazze: una sul davanti del rifugi e l’altra sul retro vi faranno sentire avvolti dalla natura.

Come arrivare:

Da Campitello di Fassa con una camminata di circa 1h su strada bianca si arriva nella stupenda Val Duron, oppure dall'arrivo della funivia di Campitello in 2h e 30' passando sotto il gruppo del Sassolungo.

Escursioni principali:

Percorso n.1 CAMPITELLO DI FASSA - RIFUGIO MICHELUZZI - VAL DURON Tempo di percorrenza: dal parcheggio del Col Rodella al Rifugio Micheluzzi: h 1.20 Dislivello: 400 m Consigli: essere ben equipaggiati, utili i bastoncini telescopici soprattutto per la discesa, si può anche raggiungere con servizio taxi-fuoristrada (servizio privato), percorso ideale per le mountain-bike. Dal parcheggio della funivia Col Rodella si costeggia il rio Duron attraversando il paese di Campitello, che presto diventa sterrata, mentre si inoltra nella strettoia iniziale della Val Duròn, in un ombroso bosco; si raggiunge presto un ponte sul Rio Duròn, dopo il quale la strada ha una brusca impennata (Lesta), e si inizia a risalire il fianco sinistro della valle. Con ripida salita, la strada segue per un tratto l'orlo della profonda gola in fondo alla quale scorre il torrente, con begli scorci sulla serie di spumeggianti cascate; alle nostre spalle, tra i fianchi boscosi, appare l'ardita sagoma del Gran Vernèl (3210 m). Dopo la strada diminuisce la pendenza, mentre si raggiunge Fraines la valle si allarga un po', e si fanno più frequenti i tratti erbosi, raggiunto il secondo ponte la strada ricomincia a farsi piu ripida. Giunti a Sofòs , la strada supera di lato un colle boscoso e, con un'ultima rampa, raggiunge una zona molto aperta ricca di pascoli dove, al centro della valle, sorge la bella costruzione del Rifugio Micheluzzi. Splendida veduta sulla testata della valle, dove padroneggiamo il grupppo del Catinaccio, gruppo dello Sciliar, Molignon, denti di terra rossa e sasso Piatto. Il nostro rifugio offre un ampia scelta di piatti tipici da poter degustare in tutta tranquillità. Dopo aver mangiato ci si può rilassare sulle sedie a sdraio oppure visitare la valle fino in fondo in un falsopiano spettacolare. 
Percorso n.2 CAMPITELLO DI FASSA-PRA MOLIN-RIFUGIO MICHELUZZI-VAL DURON Tempo di percorrenza: dal parcheggio del Col Rodella al Rifugio Micheluzzi: h 2.27 Dislivello: 599 m Consigli: essere ben equipaggiati, utili i bastoncini telescopici soprattutto per la discesa. Si esce dal paese lungo le vie Strèda de Morandin e Strèda de Col de Faè per salire rapidamente sopra l’abitato di Campitello ad un’ampia zona prativa. La si attraversa su una comoda strada erbosa dove tratti pianeggianti si alternano a brevi impennate. Si entra quindi definitivamente nel fitto bosco che ricopre le pendicidel monte Ponjin. Il percorso si fa più ripido ma anche qui il piano e la salita si avvicendano sapientemente permettendo di riprendere fiato. Si sfiora la vasta radura prativa di Pra Molin uscendo in diagonale ad un piccolo pianoro a strapiombo sulla Val Duron. Si va quindi attraverso un magnifico ed aperto bosco di alta quota dove predomina il maestoso pino cembro. Si entra nel pascolo in località Ciampiè per scendere poi marcatamente verso il Rifugio Micheluzzi che si raggiunge dopo aver attraversato il ruf de Duron. Per tornare a Campitello (ed evitare almeno in parte il polverone degli automezzi che risalgono la valle) consigliamo di riattraversare il rio e di prendere a sinistra un bel sentiero attrezzato con tavoli e panchine che dapprima pianeggiante si fa poi più ripido per immettersi sulla strada della Val Duron in località Pozates, dove si trova il ristorante Baita Fraines, a circa metà strada fra il Rifugio Micheluzzi e Campitello. 
Percorso n.3 CAMPITELLO DI FASSA-RIFUGIO PERTINI-SASSO PIATTO-RIFUGIO MICHELUZZI-VAL DURON Tempo di percorrenza: dal parcheggio del Col Rodella al Rifugio Micheluzzi: h 4.00 Dislivello: 974 m Consigli: essere ben equipaggiati, utili i bastoncini telescopici soprattutto per la discesa, si può anche tornare a Campitello con servizio taxi-fuoristrada (servizio privato). Breve descrizione Questo fantastico anello trekking si sviluppa ai piedi dei massicci del Sassolungo e del Sassopiatto lungo il Friedrich August Weg (segnavia 557), in un susseguirsi di panorami mozzafiato che abbracciano la Marmolada, il massiccio del Sella, Ciavazes, Sass Pordoi e sconfinano verso l’Alpe di Siusi. L’itinerario risulta piuttosto semplice visto che si guadagna quota con gli impianti di risalita del Col Rodella (Campitello di Fassa) consentendo di partire a piedi dal punto più alto di giornata, a quota 2396m. Tuttavia il percorso si rivela abbastanza lungo e richiede un certo allenamento muscolare per affrontare in tranquillità la bella discesa sul sentiero 533 che collega il Rifugio Sassopiatto con il Rifugio Micheluzzi in Val Duron. Da qui è possibile rientrare a piedi lungo strada forestale o utilizzando un comodo servizio jeep-navetta. Descrizione Da Campitello di Fassa si sale al Col Rodella con l’impianto di risalita. Dalla stazione a monte si scende brevemente sulla stradina forestale in direzione nord lungo il segnavia 529. Si raggiunge velocemente la Forcella Rodella (2311m) da dove si segue a sx sul segnavia 557 Friedrich August Weg. Passando per la Friedrich August Hütte (rifugio) si segue il bellissimo sentiero che prosegue in direzione ovest lambendo i piedi degli imponenti massicci del Sassolungo e del Sassopiatto, veri e propri capolavori della natura. Il percorso si snoda su di un traverso in piano lungo i verdissimi declivi che caratterizzano il versante che si affaccia sopra la Val Duron, adagiata quasi mille metri più in basso. I panorami sono bellissimi e abbracciano il versante nord della Marmolada, il gruppo del Sella e la catena di Antermoia. Si raggiunge il suggestivo Rif Pertini (2300m) dove si sosta ad ammirare il pilastri di Torre Innerkofler, e Zahnkofel. Si continua verso ovest sempre per il segnavia 557 che prosegue sempre in traverso con lievissimi saliscendi. Si raggiunge così il Rifugio Sasso Piatto (2305m) situato sotto il caratteristico versante sud del Sasso Piatto. Dopo la doverosa pausa si imbocca la stradina che, in direzione est, scende alla visibile Malga Sasso Piatto (2249m). Dopo aver attraversato gli stabili della malga si imbocca a dx in discesa (direzione sud) il sentiero 533. Il tracciato di questo sentiero rimane sulla sx orografica della valle segnata dal Ruf (rio) de Pegna. Percorrendo circa 400m di dislivello in discesa si raggiunge il Rifugio Micheluzzi (1855m) in Val Duron. Una bellissima distesa prativa si sviluppa dietro il rifugio adagiato in un luogo davvero incantevole. Dal rifugio si scende brevissimamente a sx lungo la forestale e si imbocca subito un ponte che permette di spostarsi sulla dx orografica della Val Duron. Si percorre in discesa la mulattiera che si ricollega con la forestale della Val Duron che va seguita fino ad arrivare al Rifugio Micheluzzi. Poi si può decidere di scendere a Campitello per la strada sterrata ma consigliamo il sentiero in mezzo al bosco per evitare il traffico delle auto.

Rifugi Vicini

Rifugio Antermoia

"Rifugio Antermoia"

Catinaccio

Altezza: 2496 mt

guarda scheda
Rifugio Dona

"Rifugio Dona"

Catinaccio - Val di Fassa

Altezza: 2100 mt

guarda scheda

"Rifugio Micheluzzi"

Campitello di fassa (Trento)
Telefono:

+39 3345023878

Cellulare:

+39 3345023878

Pernottamento
e colazione

€ 35

Mezza pensione
con colazione

€ 55

Apertura:

 Aperto da Giugno a fine Settembre

Posti ristoro interni/esterni:

60 interni 60 esterni

Camere / Posti Letto / Bagni:

10 camere 20 posti letto

Gestione / Proprietà:

 Gestione privata