"Rifugio Città di Forlì"

Altezza

1450 mt.

Tempo percorso

0:5 h

Gruppo montuoso

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falco Monte Falterona

Località

Prati della Burraia - Campigna

"Rifugio Città di Forlì"

Santa sofia (Forlì-Cesena)
Telefono:

+39 0543980074

Cellulare:

+39 3358195234

E-mail:

rifugio.caiforli@virgilio.it

Pernottamento
e colazione

€ 35

Mezza pensione
con colazione

€ 50

Descrizione:

Benvenuti al Rifugio C.A.I. Nel cuore del "Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna", sul crinale che unisce la Romagna e la Toscana, troverete il nostro Rifugio. Posto tappa della Grande Escursione Appenninica GEA 00, dell'Alta Via dei Parchi, Sentiero delle Foreste Sacre, Ippovia, Cammino di Sant'Antonio.

Il Rifugio CAI Città di Forlì ha riaperto nel 2012 ed è aperto tutto l'anno. Possibilità di B&B, mezza pensione, pensione completa, pranzi, cene e merende. Ci sono camerette da 1-2-3-4 posti letto, alcune con bagnetto interno. Si organizzano escursioni/ciaspolate con guide, eventi culturali, musicali ed alpinistici.

Come arrivare:

Il rifugio è situato a 1450 m, ai Prati della Burraia (Campigna, 47018 Santa Sofia FC), si raggiunge in automobile dal Passo della Calla seguendo le indicazioni, a circa 2km dopo un parcheggio sterrato troverete a sinistra il cartello per il parcheggio del rifugio, in fondo al quale c'è il sentiero che in 5 minuti vi porterà a noi.

Escursioni principali:

Il Territorio Il Parco si estende lungo la dorsale appenninica tosco-romagnola scendendo ripido lungo il versante romagnolo e più graduale nel versante toscano fino al fondovalle formato dall'Arno. Il paesaggio è caratterizzato da rocce di arenaria, praterie alpine, boschi misti. La cima più alta è il Monte Falco 1667 m raggiungibile dal rifugio in 50min, seguita dal Monte Falterona 1654mt. Consigliate le visite a Capo d'Arno e Lago degli Idoli. Le Foreste Sacre Dal rifugio si può agevolmente raggiungere il complesso dell'Eremo di Camaldoli in 4 ore. Altro luogo arcaico e sacrale è il Lago degli Idoli dove sono stati ritrovati ex voto plurimillenari celti ed etruschi. Ad un giorno di cammino lo spirituale Convento della Verna, dove San Francesco ricevette le Sacre Stimmate; da vedere le pregevoli terracotte Robbiane ed interessante la Diaclasi del Monte Penna (dal letto di pietra di San Francesco). Sopra al Convento la foresta di faggi plurisecolari. Flora e Fauna Il territorio di crinale attorno al rifugio offre al naturalista come al semplice amante della natura tante occasioni di avvistamento in quello che è un vero scrigno di biodiversità. Tra la flora ricordiamo: Anemone a fiori di narciso, Sassifraga a foglie opposte, Mirtillo rosso, tutte legate alle alte montagne e retaggio del periodo glaciale di 20.000 anni fa. Nel mondo animale sono presenti: Falco Pellegrino, Pecchiaiolo, Gufo Reale, Aquila Reale, Cervo, Daino, Capriolo, Lupo.

Apertura:

 Aperto tutto l'anno

Posti ristoro interni/esterni:

80 in sala ristorante - 50 in sala bar

Camere / Posti Letto / Bagni:

19 posti letto in camerette da 1-2-3-4 letti

Gestione / Proprietà:

 Proprietà sezione CAI Forlì - Cristina Stucchi